PAP 2019-2021

Il Piano di Azioni Positive (PAP – Decreto Legislativo 11 aprile 2006 n. 198, art. 48 ) è un documento con validità triennale che va obbligatoriamente redatto dalle Pubbliche Amministrazioni e manifesta l’obiettivo di assicurare la rimozione di ostacoli che impediscano la piena realizzazione di pari opportunità di lavoro e nel lavoro tra uomini e donne. Il documento va sottoposto a parere preventivo della Consigliera di Parità territorialmente competente. In caso di mancato adempimento, si incorre nelle sanzioni previste per i soggetti inadempienti (blocco dell’assunzione di nuovo personale, compreso quello appartenente a categorie protette; Decreto Legislativo 30 marzo 2001 n.165 – art. 6 comma 6).
 
 

clicca qui per scaricare l'ultima versione del PAP 2020/2021 (aggiornamento dicembre 2020)

 

SCHEMA DI SINTESI DEL PIANO TRIENNALE AZIONI POSITIVE DELL’UNIVERSITA’ DI PARMA ANNUALITA’ 2019 – 2021 (aggiornamento dicembre 2020)

A - PROMOZIONE DEL BENESSERE
 

A1. Indagine sul benessere organizzativo dei dipendenti (PTA)

A2. Formazione sul lavoro agile e monitoraggio dei percorsi di Smart working e telelavoro

A3. Cicli di seminari sulla gestione delle situazioni di stress lavoro-correlato e da iperconnessione

A4. Giornata del benessere e dei corretti stili di vita

A5. Progetto “Sentirsi in emergenza”

 

B - CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA, DI LAVORO E DI STUDIO
 

B1. Favorire la partecipazione dei figli dei Dipendenti e degli Studenti ai Centri estivi

B2. Studio di fattibilità e predisposizione di un progetto di Welfare per l’Ateneo.

B3. Incentivazione delle Ferie solidali previste dal CCNL

B4. Ricerca/Indagine sulle esigenze di conciliazione del personale (PTA e Docente)

 

C - INFORMAZIONE, FORMAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE PER ACCRESCERE LA CULTURA DELL’UGUAGLIANZA, DELLE PARI OPPORTUNITÀ E DELLA NON DISCRIMINAZIONE
 

C1. Corso di formazione sulla violenza di genere rivolto ai dipendenti dell’Università

C2. Progetto"Are you planning on having children soon?!

C3. Promozione di Corsi didattici sui temi legati alle pari opportunità, al rispetto e alla valorizzazione delle differenze, all’educazione non orientata al genere nonché all’identità di genere

C4. Laboratorio permanente interdisciplinare sulla violenza di genere

C5. Seminari e linee guida sull’uso del linguaggio di genere

C6. Istituzione di Premi per tesi di laurea “uguali nelle diversità”

C7. Organizzare e promuovere incontri formativi, informativi, attività seminariale, convegnistica, di studio, di ricerca, di pubblicazione e di laboratorio sul tema dell’identità di genere, della non violenza, della non discriminazione e sull’importanza della valorizzazione delle differenze

 

D - MONITORAGGIO E GESTIONE DELLE SITUAZIONI DI DISCRIMINAZIONE E MISURE DI GENDER MAINSTREAMING
 

D1. Stesura del Bilancio di Genere.

 

E - MISURE VOLTE A MIGLIORARE LA TRASPARENZA E LA COLLABORAZIONE TRA GLI ORGANI DELL’ATENEO E IL CUG MIGLIORANDO LE MODALITÀ DI ESERCIZIO DELLA FUNZIONE CONSULTIVA DEL CUG E LA SUA EFFETTIVA PARTECIPAZIONE AL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO
 

E1. Migliorare la trasparenza e la collaborazione degli organi con il CUG